logo

VENEZIA

Gallery details

I monumenti del comune di Venezia si trovano quasi totalmente nel centro storico e nelle isole della laguna, essendo la parte di terraferma praticamente priva di luoghi d’interesse.

Il luogo più celebre di Venezia è Piazza San Marco, l’unica nel centro storico ad essere caratterizzata dal toponimo “piazza”: le altre piazze sono chiamate infatti “campi” o “campielli”. La Basilica di San Marco è situata al centro della piazza, colorata d’oro e rivestita da mosaici che raccontano la storia di Venezia, assieme ai bassorilievi che raffigurano i mesi dell’anno. Il Palazzo Ducale sorge a fianco della Basilica: a unirli la Porta della Carta che oggi è l’uscita del museo di Palazzo Ducale, l’ingresso principale è sul lato che guarda alla laguna. Ora il Palazzo è un museo, con opere dei migliori artisti veneziani. Di fronte al Palazzo Ducale sorge il campanile di San Marco: costruito nel 1173 come faro per i naviganti, crollò nel 1902 e venne interamente ricostruito.

Sono innumerevoli le chiese degne di nota che si possono trovare nella città lagunare, sia per i propri pregi architettonici che per i tesori artistici ivi contenuti. Tra le più importanti si possono annoverare la Basilica di Santa Maria della Salute e la celebre Basilica di San Marco, cattedrale della città e sede del Patriarca. Tra gli altri importanti edifici religiosi, abbiamo: la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, la Chiesa di San Zaccaria, la Chiesa del Redentore, quest’ultima realizzata presso l’isola della Giudecca.

Venezia è ricca di palazzi signorili, affacciati su campi, calli, rii e canali, antiche residenze delle più ricche famiglie veneziane dell’epoca d’oro della città. A parte le scuole e gli edifici istituzionali come ad esempio Palazzo Ducale, quasi tutti i palazzi sono identificati con il nome della famiglia che li ha fondati o che più vi ha lasciato il proprio segno. Tra i più famosi Palazzo Fortuny, in stile gotico, Palazzo Grassi, dalla facciata di impronta rinascimentale, Palazzo Grimani e Palazzo Loredan. Molte residenze private mantengono invece la tradizionale denominazione Ca’, che indicava il nome della casata e dell’edificio.

Per la sua conformazione, Venezia, dispone di oltre 400 ponti tra pubblici e privati che collegano le 118 isolette su cui è edificata, attraversando 176 canali. La maggior parte di essi sono costruiti in pietra, altri materiali comuni sono il legno e il ferro. Il principale canale che taglia la città, il Canal Grande, è attraversato da quattro ponti: il ponte di Rialto è il più antico, il ponte dell’Accademia, il ponte degli Scalzi e infine il ponte della Costituzione. Uno dei ponti più celebri di Venezia è, inoltre, il ponte dei Sospiri; realizzato in pietra d’Istria collega il Palazzo Ducale con le Prigioni Nuove.

Per la sua caratteristica di essere sempre stata una città in cui le vie d’acqua sono state usate come principale via di trasporto, a Venezia esistono numerosi tipi di imbarcazioni per diversi usi. La più caratteristica delle imbarcazioni lagunari è certamente la gondola. Per le sue caratteristiche di manovrabilità e velocità essa è stata, fino all’avvento dei mezzi motorizzati, l’imbarcazione veneziana più adatta al trasporto di persone. Oggi questa imbarcazione è usata soprattutto a scopi turistici.

  • Share