logo

PAESAGGI

Gallery details

L’inverno, con le sue giornate brevi, può sembrare una stagione deludente per il fotografo, ma l’angolazione della luce favorisce la ripresa di molti soggetti. Tra i vari temi invernali, la neve merita un commento specifico. Il suo ruolo nella composizione è del tutto particolare, in quanto sottrae letteralmente alla vista diretta tutto quello che ricopre. Ha anche un elevato potere riflettente e rende l’illuminazione più uniforme.

La primavera porta rapidi cambiamenti e segni di crescita dopo la pausa invernale. Gli alberi germogliano, i primi fiori portano colore e il verde splendente della nuova vegetazione riveste il paesaggio.

D’estate il paesaggio naturale raggiunge in genere l’apice del colore. Per il fotografo la luce delle ore meridiane è poco significativa e i momenti più favorevoli si presentano al mattino presto o nel tardo pomeriggio, quando la luce è più morbida.

In autunno la vita vegetale rallenta, la temperatura cala e le giornate si accorciano. I fiori vivaci e il verde brillante del fogliame sono sostituiti da toni più caldi e morbidi.

  • Share